Bracconaggio: ne abbiamo parlato con il guardia parco Luca Giunti



Bracconaggio: ne abbiamo parlato con il guardia parco Luca Giunti

Mercoledì 27 novembre il servizio di vigilanza dei guardia parco delle Aree Protette delle Alpi Cozie è intervenuto nel Comune di Oulx, in prossimità del confine del Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand, in un’area della frazione Gad, prossima a strade, vicoli e attività produttive. Qui veniva constatata l’uccisione illegale, con una carabina, di un piccolo di cervo. Il presidio del territorio da parte dei guarda parco e la sinergia con i guardia caccia del Comprensorio Alpino e della Città Metropolitana di Torino hanno permesso di individuare e sanzionare il responsabile al quale verrà applicato quanto previsto dalla legge regionale di “Tutela della fauna e gestionefaunistico– venatoria” (art. 24 L.R. 5/2018, con una sanzione di 2mila euro).

A seguito di questo episodio abbiamo dato la parola a Luca Giunti, guardia parco dei Parchi Alpi Cozie, che questa mattina ci ha spiegato le gravi conseguenze del bracconaggio nella nostra Valle.

Per saperne di più potete riascoltare qui le sue parole: