Ciao Franca. Addio a Franca Valeri.



Franca Valeri, pseudonimo di Alma Franca Maria Norsa (Milano, 31 luglio 1920 – Roma, 9 agosto 2020), è stata un’attrice, sceneggiatrice e drammaturga italiana, di teatro e di cinema, nota per la sua lunga carriera di interprete caratterista.

Appassionata di teatro musicale, nella sua carriera si è dedicata anche alla regia operistica.

Nasce come secondogenita in una famiglia borghese milanese, da Luigi Norsa e Cecilia Valagotti; il padre di Franca Valeri era di religione ebraica e la madre, cattolica, era inizialmente mal vista dai parenti del futuro marito, ma l’arrivo del primogenito convinse la suocera ad acconsentire al matrimonio. A carriera già avviata, fu poi scoperta nell’albero genealogico della famiglia la presenza di un’attrice vissuta nel XVIII secolo, di nome Fanny Norsa.

Cresce frequentando il teatro di prosa e si appassiona in giovane età anche di teatro operistico musicale.

Franca Valeri adolescente inizia, già prima della seconda guerra, recitando caricature in compagnia di alcune amiche con le quali inscena una specie di teatrino ad uso e consumo di amici e parenti. Nasce in questo contesto il personaggio radiofonico della Signorina snob (personaggio che stigmatizzava con sagacia e ironia i comportamenti ipocriti della borghesia milanese, cui lei stessa apparteneva); vengono poi Cesira la manicure, così battezzato dalla radio, e la Signora Cecioni, una romana popolana, sempre al telefono con mammà.

Finché ha potuto è andata in scena: ogni sua apparizione contagiava per simpatia il pubblico, e ogni volta era come se questa signora riportasse in scena tutta la sua carriera, mettesse tra virgolette il suo genio, le avventure del passato e la noia per questo brutto secolo.

La camera ardente sarà allestita al teatro Argentina, a Roma, dalle 17 alle 21; i funerali si svolgeranno poi in forma privata.

“La vita è più veloce del previsto.
Su molte cose ci si accorge con stupore di essere in ritardo”

Franca Valeri