Attivisti No Tav ai cancelli del cantiere in Val Clarea



“Il monitoraggio popolare del cantiere nei giorni scorsi aveva segnalato movimenti di mezzi da lavoro all’interno del perimetro che facevano presagire una ripresa dei lavori. Il coordinamento dei comitati notav ha quindi inaugurato sabato un presidio permanente nella zona dei mulini storici”. Questo scrivono gli attivisti al termine di una notte di resistenza in Val Clarea. “E’ stata rimessa in moto la macchina del TAV. Alcune ruspe hanno iniziato a provare a sbancare le rive del torrente Clarea per posare una passerella e mettere jersey con filo spinato”.

Ai nostri microfoni sono intervenuti Franco del comitato di Giaglione direttamente dal presidio e Andrea Bonadonna che si è fatto portavoce del sentimento di tutti gli attivisti.

Per gli aggiornamenti cliccate sul podcast qui sotto.

Foto di notav.info