“A spasso con Vale” e… con un amante dell’arte: Giovanni Agnelli



“A spasso con Vale” e… con un amante dell’arte: Giovanni Agnelli

Dopo averci raccontato le vincende intigranti della Contessa di Castiglione, la nostra guida turistica Valentina Calliero torna per accompagnarci in un viaggio alla scoperta della Pinacoteca Agnelli.

Il 12 marzo 1921 nasceva Gianni Agnelli, presidente della Fiat e della Juventus, uomo simbolo del capitalismo italiano. Ieri avrebbe compiuto cento anni e oggi lo ricordiamo parlando proprio del suo amore per l’arte.

In una struttura sospesa sul tetto del Lingotto di Torino, sede della prima grande fabbrica della Fiat, è aperta al pubblico in via permanente la collezione di opere d’arte appartenute all’Avvocato Giovanni Agnelli e a sua moglie Marella.

Inaugurata il 20 settembre 2002, la Pinacoteca rappresenta il momento finale dell’oltre ventennale processo di trasformazione del Lingotto.

Lo “scrigno” – come lo chiama Renzo Piano che l’ha progettato – accoglie 25 straordinari capolavori (ventitre quadri e due sculture) che spaziano dal Settecento alla metà del Novecento.

Tra le opere in mostra si possono ammirare una raccolta unica in Italia di sette tele di Matisse, un dipinto di Balla del 1913 sul tema della velocità dell’automobile, capolavori di Severini, Modigliani e Tiepolo.

La collezione comprende anche preziose testimonianze dell’arte veneta: sei straordinarie vedute di Venezia dipinte dal Canaletto, e due vedute di Dresda di Bernardo Bellotto. Non mancano opere di Picasso, una del periodo blu l’altra del periodo cubista, e testimonianze impressioniste di Renoir e di Manet.

Infine, due statue in gesso di Antonio Canova, la Danzatrice con dito al mento e la Danzatrice con mani sui fianchi.

Per conoscere la storia di questa meravigliosa Pinacoteca potete riascoltare qui la diretta con la nostra guida turistica Valentina Calliero:

 

Per maggiori informazioni potete scrivere a

valelaguida@gmail.com

oppure telefonate al 333 126 1563.