100 mila euro alle comunità locali per fronteggiare il COVID-19: il contributo di Panini S.p.A.



100 mila euro alle comunità locali per fronteggiare il COVID-19: il contributo di Panini S.p.A.

 
Panini S.p.A., azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni per la digitalizzazione degli assegni e per la verifica dell’identità, in risposta all’emergenza COVID-19 ha deciso di contribuire con la somma di 100.000 euro al supporto delle comunità locali dove vivono e lavorano la maggior parte dei suoi dipendenti. I profondi legami di Panini con le proprie comunità si basano su 75 anni di attività a Torino e 25 anni a Dayton, Ohio (Stati Uniti). L’azienda riconosce l’enorme peso sulle comunità locali risultante dalla crisi sanitaria provocata dal COVID-19 e l’iniziativa è stata intrapresa per sostenere in modo diretto le loro necessità di intervento medico, ricerca, assistenza sociale e sostegno economico.
 
 
L’azienda sottolinea che il contributo è stato reso possibile dall’instancabile impegno e dedizione dei dipendenti Panini in tutto il mondo, unitamente alla comprensione e generosità degli azionisti.
 
Il contributo di Panini è stato erogato alle seguenti Organizzazioni:
 
  • L’Ospedale Amedeo di Savoia:  un importante laboratorio di microbiologia e virologia e centro di eccellenza della Regione Piemonte per la diagnosi e la cura delle malattie infettive e per i test di identificazione e gestione di tali malattie con avanzate tecnologie di biologia molecolare.
  • L’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri: conduce ricerche per migliorare la salute e il benessere degli individui, tra cui studi sui meccanismi funzionali degli organismi viventi, sulle cause di origine delle malattie, sull’efficacia delle terapie, sulle misure preventive e sulle campagne didivulgazione scientifica.
  • La Dayton Foundation: un’organizzazione no-profit che aiuta i residenti del comprensorio di Dayton dal 1921. Il loro fondo COVID-19 è stato creato in collaborazione con laUnited Way of Greater Daytonper fornire risorse agili e pronte alle organizzazioni no-profit che si trovano in prima linea nella risposta al virus.
  • La Kettering Medical Center Foundation: migliora la vita delle persone nell’Ohio sud-occidentale grazie all’eccellenza nell’assistenza sanitaria, nella ricerca e nell’istruzione, e fa parte di una rete no-profit che comprende otto ospedali, il Kettering College e oltre 120 strutture ambulatoriali.

Per saperne di più potete riascoltare le parole di Monica Dema, Chief Financial Officer, in diretta con noi questa mattina: