Settimane della Scienza: Farmacologia. Femminile ma non è femmina



Settimane della scienza:

Farmacologia. Femminile ma non è femmina.

Mercoledì 19 giugnoalle 21,00 presso La casa nel Parco in via Panetti 1 a Torino. 

Torna l’appuntamento con le Settimane della Scienza: due mesi di eventi per avvicinare un pubblico di tutte le età alla scienza e ai suoi protagonisti, coinvolgendoli in prima persona con mostre interattive, conferenze, laboratori, cinema, teatro, musica, visite guidate e porte aperte ai maggiori centri di ricerca del territorio. Per condividere l’entusiasmo della scoperta, per confrontarsi sui temi più attuali della ricerca, per osservare, sperimentare e capire la scienza che guarda al futuro.

Da Maggio a Giugno oltre 40 enti tra Istituti, Musei e organizzazioni che si occupano di ricerca e diffusione della cultura scientifica hanno contribuito alla costruzione di un fitto palinsesto che per 2 mesi coinvolgerà il pubblico a Torino e in Piemonte.

Mercoledì 19 giugno alle 21 presso La Casa nel Parco Silvia De Francia, farmacologa e ricercatrice dell’Università di Torino, terrà l’incontro intitolato: “Farmacologia. Femminile ma non è femmina“.

È femminile ma non è femmina. Parliamo della farmacologia appunto, la scienza che studia i farmaci e le loro caratteristiche di azione fisiologica e di applicazione terapeutica.

Forse non tutti sanno che la maggior parte dei farmaci, fino ai primi anni ’90, veniva testata soltanto su individui di sesso maschile. Per la precisione uomini di età media, di razza caucasica, intorno ai 70 chilogrammi di peso.

Le donne, ad esclusione di patologie unicamente femminili, erano tagliate fuori dalla sperimentazione.

Ecco che nascono spontanee mille obiezioni: le donne sono mediamente più minute degli uomini. E poi hanno il ciclo mestruale, partoriscono, allattano, assumono contraccettivi per via orale, vanno in menopausa. E non solo. Secondo i dati dell’Istat, le donne vivono più a lungo, si ammalano di più, usano di più i servizi sanitari e consumano più farmaci, associandoli, per altro, più frequentemente.

Da un ragionamento banale, ma alquanto essenziale nasce la Farmacologia di Genere. La ricercatrice Silvia De Francia, farmacologa clinica, è una delle esperte in Italia nel settore. Vive a Rivoli Torinese, lavora all’Ospedale San Luigi di Orbassano e insegna Farmacologia al corso di laurea in Infermieristica a Cuneo.

In foto: la Dottoressa Silvia De Francia

Venerdì sera Silvia De Francia proporrà alcuni spunti di riflessione, qui di seguito l’intervista in diretta di questa mattina per avere un assaggio dell’interessante serata: