Nuovo appuntamento con GiovedìScienza: oggi pomeriggio “L’Italia dell’informatica”



Nuovo appuntamento con GiovedìScienza.

Oggi pomeriggio “L’Italia dell’informatica. Storie di macchine, uomini e buone idee

Con Filippo Demonte,  Gastone Garziera e Angelo Raffaele Meo alle 17.45 presso il Teatro Colosseo in Via Madama Cristina 71 a Torino.

Ogni settimana il Teatro Colosseo, l’Aula magna della Cavallerizza Reale dell’Università di Torino, l’Aula magna “Giovanni Agnelli” del Politecnico di Torino e l’Auditorium della Città metropolitana di Torino, si trasformano in un grande laboratorio scientifico.
Da novembre a marzo non solo conferenze ma dimostrazioni, esperimenti di laboratorio, spettacoli teatrali e filmati per portare il sapore della ricerca al grande pubblico.
La partecipazione è aperta a tutti, l’appuntamento è il giovedì alle 17.45.

La 34a edizione di GiovedìScienza è ideata e organizzata dall’Associazione CentroScienza Onlus, promossa da Regione Piemonte e Comune di Torino, con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Quello di oggi pomeriggio sarà un incontro unico, tra aneddoti e fatti storici, per raccontare le macchine, gli uomini e le idee italiane che hanno fatto la storia dell’informatica.

Prende spunto da un evento tanto importante quanto poco noto della storia di Torino e dell’informatica mondiale, la conferenza di GiovedìScienza in programma il 6 Febbraio al Teatro Colosseo di Torino. È infatti a Torino che si è svolto, nel 1840, il primo congresso mondiale di informatica.

Il matematico inglese Charles Babbage presentò in quell’occasione la sua “macchina analitica”, il primo calcolatore programmabile. Fu un evento di portata mondiale, che pose le basi per la nascita dei calcolatori prima e dei computer poi. Partendo dagli studi presentati a Torino, cento anni dopo il computer diventava realtà e, su impulso di Enrico Fermi, nasceva a Pisa il primo calcolatore italiano, frutto della collaborazione tra ricerca pubblica e Olivetti. E la storia della città si intreccia ancora una volta con la storia dell’informatica. Nel 1964 la Olivetti realizza il primo personal computer al mondo, la Programma 101.

Il Professor Angelo Raffaele Meo insieme a Gastone Garziera e Filippo Demonte ripercorreranno la storia gloriosa ma poco nota dell’informatica italiana.

Per saperne di più potete riascoltare qui l’intervento di Alberto Agliotti, moderatore dell’evento, in diretta sulle frequenze di Radio Dora questa mattina per presentarci l’appuntamento di GiovedìScienza:

Giovedì 6 febbraio 2020, ore 17.45 

Teatro Colosseo in Via Madama Cristina 71 a Torino

Ingresso libero.