Mosè Santamaria: “Salveremo questo mondo” è il suo nuovo singolo



Mosè Santamaria: “Salveremo questo mondo” è il suo nuovo singolo

Da venerdì 25 ottobre è disponibile sulle piattaforme digitali e in radio SALVEREMO QUESTO MONDO (Battiti Rumore), il nuovo singolo del cantautore genovese MOSÈ SANTAMARIA che ha anticipato l’uscita dell’album omonimo.
“Salveremo questo mondo” è una canzone diretta e sincera, scritta di pancia, dopo aver fatto a pugni con una giornata no, ma che poi ti dice che la chiave sta nel guardarti dentro, nello scoprire chi sei, perché per salvare questo mondo con una bomba d’amore occorre prima farsela scoppiare dentro.
 
 
A proposito del nuovo singolo Mosè Santamaria ha dichiarato: «È un brano che ho scritto per incoraggiare ad accettarsi, senza trascinarsi davanti al tribunale del “sono una brava o cattiva persona”, perché siamo quel che siamo ma soprattutto siamo quel che possiamo. Imparare a chiedere aiuto lasciando da parte l’orgoglio, coltivare la gratitudine anche quando tutto va male perché proprio come dicevano i nostri nonni è arte che entra, smettere di cercare un partner che ci dia qualcosa ma desiderare di incontrare una persona alla quale abbiamo desiderio di dare; sono esempi di nuovi punti di partenza. Questo brano non dirà mai che dobbiamo salvare le nostre vite da qualche peccato originale o da chissà quale apocalisse, ma dal non essere vissute accumulando rimpianti».
 
Per saperne di più potete riascoltare le parole di Mosè Santamaria, in diretta con noi questa mattina a Radio Dora:
 

Biografia
Mosè Santamaria è un cantautore, poeta e musicista nato a Genova. Durante gli anni dell’università comincia a partecipare a diversi concorsi e premi locali, oltre a esibirsi in rassegne cantautorali aprendo ad artisti come Max Manfredi, Claudio Rocchi, Eugenio Bennato e Giorgio Conte. Nel dicembre 2015 pubblica con Dischi Soviet il suo primo disco, ‘#RisorseUmane’, prodotto da Martino Cuman, Non Voglio che Clara, con la partecipazione di Marcello Batelli, Teatro degli Orrori, alle chitarre.

Grazie ai buoni riscontri della critica e a numerosi passaggi radiofonici a livello nazionale, ha potuto esibirsi in più di 40 date in un anno per il nord Italia. ‘#RisorseUmane’ è arrivato tra i semifinalisti del Premio Tenco 2016 nella categoria migliore opera prima.
Nel 2017 ritorna ad esibirsi live con una ventina di date rivisitando il suo primo disco in chiave acustica ed è tra i semifinalisti del Premio Bertoli con il brano Mata Hari.