Maurizio Perron: lo scultore valsusino dell’Ice Hotel di Jukkasjärvi in Svezia



Maurizio Perron: lo scultore valsusino dell’Ice Hotel di Jukkasjärvi in Svezia

Dal legno al ghiaccio, Maurizio Perron, scultore valsusino originario di Jouvenceaux, ha iniziato a intagliare le sue prime opere a otto anni. Adesso è famoso in tutto il mondo: negli ultimi 12 anni ha partecipato alla costruzione del famoso Ice Hotel nel nord della Svezia ed è l’unico artista italiano a prendere parte al progetto.

Perron è stato selezionato con altri 25 artisti su oltre trecento candidature. L’hotel di ghiaccio è più di un semplice albergo perfettamente funzionante: è un’opera d’arte che si rinnova di anno in anno e che rimane in piedi per quattro o cinque mesi. L’Ice Hotel  infatti rimane aperto da dicembre ad aprile, fino a quando le temperature fredde lo rendono sicuro. Oltre alle suite, firmate dagli artisti, ci sono anche delle camere standard, meno costose, e una sorta di “dormitorio”, ancora più accessibile.

L’hotel non dispone di riscaldamento, ma la temperatura degli interni è più confortevole di quanto ci si potrebbe aspettare: 4 o 5 gradi sotto lo zero poichè il ghiaccio e la neve con cui è coperto sono degli ottimi isolanti termici. L’albergo viene inaugurato il 13 dicembre di ogni anno e viene abbandonato al suo inesorabile destino ad aprile. Nel giro di un mese le sue stanze sono soltanto un ricordo, fino al novembre successivo. E’ così dal 1989, anno in cui Yngve Bergqvist decise di costruire il primo albergo di ghiaccio a Jukkasjärvi.

Per saperne di più potete riascoltare le parole dello scultore valsusino Maurizio Perron, che questa mattina ci ha svelato i segreti di questo incantevole albergo ghiacciato:

Per conoscere gli altri progetti di Maurizio Perron potete visitare il suo sito internet: http://www.skultura.com/