La cura del tumore al polmone volta pagina: la parola a Manuela Campanelli



La cura del tumore al polmone volta pagina: la parola a Manuela Campanelli

Un’innovativa terapia di combinazione composta da immunoterapia a base di pembrolizumab più chemioterapia è oggi disponibile e rimoborsata dal Servizio Sanitario Nazionale . Può essere offerta già alla diagnosi della malattia alle persone con la forma cosidetta non a piccole cellule, la più diffusa nel nostro Paese. Un aggiornamento in merito è stato dato durante il Convegno “Innovazione e sostenibilità nel carcinoma polmonare confronto tra gli esperti”, organizzato da Motore Sanità con il contributo incondizionato di MSD, che ha visto la partecipazione delle istituzioni, dei clinici e delle associazioni di pazienti.
L’approvazione di questo trattamento innovativo ha aperto nuovi scenari di cura per il tumore al polmone che in Piemonte conta circa 3.800 nuovi casi all’anno spesso diagnosticati in fase avanzata. Un più ampio numero di pazienti potrà infatti beneficiare dell’immunoterapia in prima battuta poiché è possibile utilizzare la combinazione anche in coloro che hanno livelli del marcatore PD-L1 inferiori al 50 per cento, nei pazienti negativi e in quelli nei quali non è stato possibile determinare il PD-L1.

Per saperne di più potete riascoltare le parole di Manuela Campanelli, esperta di salute e benessere, in diretta a Radio Dora questa mattina: