Dall’arresto della pasionaria No Tav Nicoletta Dosio alle ordinanze di divieto dei botti di Capodanno: ne parliamo con il Sindaco di Bussoleno Bruna Consolini.



Quest’oggi, nell’ambito del programma La Sveglia, è stata in diretta con noi Bruna Consolini, Sindaco di Bussoleno.

E’ notizia sui giornali di oggi l’arresto di Nicoletta Dosio, 73 anni,  pasionaria No Tav della Valle di Susa, in seguito alla condanna definitiva emessa a giugno per reati commessi durante una manifestazion No Tav del 2012, nel corso della quale fu aperta l’autostrada A32 Torino-Bardonecchia, interrompendo il pedaggio al casello di Avigliana.

Nicoletta Dosio, condannata ad un anno di carcere, non ha fatto richiesta di misure alternative alla detenzione per interrompere l’esecuzione del provvedimento, così è scattato l’arresto.

La signora Consolini ci ha parlato della sua amicizia con Nicoletta, rimarcando la sua personalità coerente, di animo pacifico e la sua dignità.

Ci si chiede come sia possibile che si venga tradotti in carcere in questo modo, quando ci sono persone che commettono crimini assai peggiori e spesso restano quasi impuniti.

Forse un segnale per intimorire la nostra Valle?

Il tempo e la giustizia faranno il loro corso e forse riusciranno a dare una risposta più precisa ai pensieri comuni.

Durante la nostra intervista abbiamo anche affrontato il tema dei botti di Capodanno e di come il Comune di Bussoleno, e molti altri comuni della Valle di Susa, abbiano emesso ordinanze in merito, con multe fino ai 500 Euro per chi trasgredisce.

In chiusura gli auguri del Sindaco per una fine d’Anno ed un nuovo inizio all’insegna del venirsi incontro, del festeggiare con gioia, con serenità e con un occhio di riguardo a chi ci sta vicino ma anche a chi non conosciamo.

Di seguito il link per riascoltare la nostra intervista.