Ai nostri microfoni Paola Meinardi, presidentessa della sezione Anpi di Bussoleno, Chianocco e Foresto



Le A.N.P.I. della valle di Susa esprimono la loro solidarietà e il loro sostegno ai comuni di San Didero e Bruzolo.
 
La sistematica repressione del dissenso con la forza non dovrebbe appartenere a una nazione la cui Costituzione, nata dalla Resistenza partigiana, vede come sacri i diritti dei cittadini.
 
Nei giorni scorsi abbiamo assistito a una vera e propria aggressione nei confronti della sovranità comunale (con l’occupazione di spazi pubblici da parte delle FFOO) e dei diritti delle popolazioni locali (in primis, libera circolazione e sicurezza).
 
Se uno Stato è costretto a imporre un’opera con un tale dispiegamento di mezzi e di FFOO significa, a nostro parere, che stia sbagliando strada e mettendo gli interessi di pochi davanti a quello di molti.
 
È un periodo di grave crisi economica e vedere che i soldi pubblici vengono impiegati in questo modo anziché nel potenziamento di altri settori in grande sofferenza, ci lascia increduli.
 
La nostra solidarietà va anche al Movimento No Tav e a chi, da decenni, sta lottando per tutelare l’ambiente e l’interesse di un’intera comunità“.
 
Le ANPI della valle di Susa organizzano per domenica 25 aprile, alle 18, una manifestazione statica di solidarietà in piazza Europa a San Didero.
 
Oggi è intervenuta ai nostri microfoni Paola Meinardi, presidentessa della sezione Anpi di Bussoleno, Chianocco e Foresto, per approfondire la questione: