“A sapsso con Vale”… e con Camillo Benso Conte di Cavour!



“A sapsso con Vale”… e con Camillo Benso Conte di Cavour!

Nuovo appuntamento oggi, sabato 14 novembre, con la nostra guida turistica Valentina Calliero

Camillo Benso Conte di Cavour è senza dubbio uno dei personaggi più significativi dell’Unità d’Italia. Uomo politico che, attraverso diversificate e ricche esperienze in Europa, riesce a capire la necessità prioritaria di arrivare all’unificazione di un paese diviso e afflitto da problemi economici e sociali.

Un personaggio centrale nella storia nazionale ma anche nel Piemonte, tanto da essere ricordato non solo per le sue gesta, ma anche per i luoghi in cui ha vissuto e per le curiosità relative alla sua storia.

Legato a questo personaggio c’è senz’altro uno dei castelli più belli del Piemonte, stiamo parlando del Castello di Grinzane Cavour: sentinella del borgo di Grinzane Cavour, questo castello si erge da un poggio rilevato dal crinale compreso tra il comune di Diano d’Alba e la valle del fiume Talloria presso Gallo d’Alba.

Il castello rappresenta una testimonianza unica per la storia della viticoltura piemontese. Nel corso del XIX secolo, il castello venne acquistato dallo statista Camillo Benso Conte di Cavour che curò in prima persona le sperimentazioni sulla qualità dei vini che divennero successivamente i maggiori vini rossi piemontesi.

Attualmente, il castello e la sua collina rappresentano un polo d’eccezione per la conoscenza e la valorizzazione della cultura vitivinicola dell’intero comprensorio di Langhe-Roero e Monferrato ospitando infatti la prima Enoteca Regionale del Piemonte e uno dei più completi musei etnografici di tradizione vitivinicola della regione.

Per saperne di più potete riascoltare il racconto della nostra guida turistica valsusina, Valentina Calliero, in diretta con noi questa mattina:

Per maggiori informazioni: valelaguida@gmail.com

oppure telefonate al 333 126 1563.

Appuntamento a sabato prossimo!